+39 393 555 3133

Via Versilia, 12 Cagliari

Lun - Ven 8.00 - 18.00 Domenica Yogatrekking

Yoga Trekking > #Vogliamocibene  > (di) nuovo in Primavera
Fiorire semplicemente

(di) nuovo in Primavera

“Miss nothing. Refuse nothing, Embrace everything.”

E’ arrivata ormai, la Primavera. Spinge dalle gemme degli alberi, colora di verde il paesaggio, si espone orgogliosa e sfacciata nei primi fiori di campo. Per festeggiarla ho comprato un biglietto, perché voglio andare a trovare i miei, voglio andare a sentire l’odore dell’Etna e del mare di Sicilia.

Il futuro ci promette, come la Primavera, tanto. Un futuro che in questi mesi sembra più un desiderio di rivedere un passato. Io invece ho un proposito, un “sankalpa” come quando iniziamo la lezione yoga.

 

Fare tutto di nuovo, come se fosse la prima volta.

Vorrei entrare in aeroporto e guardarlo come non l’ho mai visto, stupirmi della scala che ci fa salire su un aereo e divertirmi a ordinare una bevanda in volo. Andare per le strade e vedere il volto della gente che mi sorride e non sguardi cauti dietro sterili mascherine. E sorridere, tanto e con il cuore.
Questi ultimi mesi sono stati di chiusura, di turbolenze, di vicissitudini che mi rifiutavo anche solo di leggere, figuriamoci di comprendere. E ho dovuto lasciar andare tante cose, alcune molto dolorose. Ma va bene. Fa bene. Soprattutto quando sappiamo che lasciando andare facciamo un piccolo passetto avanti. Se lasciamo andare qualcosa che ci prende energia, ne avremo per fare quello che ci piace, per stare con chi vogliamo accanto.

 

E’ un allenamento, lasciar andare senza pensare che sia una sconfitta. Lasciar andare è un gesto di grande coraggio, e determinazione.
 Si lascia andare con consapevolezza, quando è IL momento. Non sempre riusciamo a lasciar andare anche le emozioni, subito, a farle sparire, come se dovessero dileguarsi nel nulla. Ma le emozioni non sono necessariamente negative, sono come le stagioni, tornano. Ricompaiono, risbocciano e appassiscono. Noi a volte pensiamo che una volta provata la tristezza sia possibile accantonarla. Ci diciamo “ E’ stato un periodo nero ma adesso….” E se poi la tristezza fa capolino ci opponiamo alla sua ciclicità, irrigidendoci in un rifiuto che non lascia spazio al fluire del Qui ed Ora. E invece poi torna, e noi, possiamo salutarla e accoglierla, come in un famoso, vecchio libro Bonjour Tristesse, e lasciarla stare accanto a noi, fino a quando si dissolverà per lasciar spazio ad altro.
La Primavera è fatta di sole, vento, acqua e tepore. Le nubi primaverili sono passeggere, come pensieri che transitano nella nostra mente e proiettano sulle colline sottostanti ombre e disegni. Lasciamoci scompigliare, risvegliare, spettinare e sorridiamo.
Ricominciamo dal sorriso, proprio al mattino, quando la sveglia ci porta a brusco contatto con la giornata che inizia. Non iniziamo i riti mattutini con i pensieri negativi, con le ansie e le preoccupazioni. Davanti allo specchio, di fronte al viso in cui ci riconosciamo, lasciamo affiorare un sorriso. Anche se la notte è stata quella che è stata, anche se le ombre come le nuvole vanno e vengono, lasciamo che il sorriso, con i suoi raggi di ottimismo, stimoli il buonumore e dia il benvenuto al nuovo giorno.
Siamo come fiori di loto, nati dal fango, che sbocciano sulle superfici dell’acqua e emanano profumo verso il sole.
Namaste,
Daniela

Comments:

  • Roberta

    30 Marzo 2021 at 07:57

    che sankalpa meraviglioso. e grazie per averlo condiviso, Loto prezioso del mio cuore!

  • Angela

    31 Marzo 2021 at 08:22

    sono molto contenta che il tuo regalo ti riporti qui nella nostra meravigliosa Sicilia…. ricordati di avvertire anche gli amici che festeggeranno il tuo sorriso che in questo lungo e scuro periodo ci ha illuminato !!! ti aspettiamo con il cuore
    Angela (siciliana)

Leave a reply